Unico modo per dare valore legale alle traduzioni: il traduttore si assume la responsabilità legale della  traduzione. La traduzione giurata viene protocollata in Tribunale. A tutti gli effetti ha lo stesso valore della perizia di un medico legale o di un perito geometra. La traduzione deve rispecchiare la disposizione del testo del documento originale  e non recare loghi.

Asseverazione, giuramento o traduzione legalizzata:

La traduzione di un qualsiasi documento (dal più piccolo certificato penale, agli atti più ufficiali di un’azienda) non ha valore legale fino a che non viene ASSEVERATA o GIURATA in Tribunale, diventando quindi una ‘traduzione ufficiale’.

Il passo successivo per rendere poi tale traduzione asseverata o giurata valida per l’estero è di fare applicare l’Apostilla o legalizzazione in Procura. Le indicazioni che troverete nelle richieste dei Paesi esteri – in particolare del mondo anglofono saranno quelle di presentare una ‘sworn translation’ o una ‘official translation’.

Con i propri periti traduttori Qualitalia giura in Tribunale per tutte le lingue europee e non, fra cui: inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese, rumeno, russo, arabo, cinese, coreano, giapponese, polacco, bulgaro, croato sloveno, slovacco, turco, ucraino ed ungherese.

Per le aziende Qualitalia giura:

Qualitalia per voi si occupa inoltre di ottenere:

Legalizzazione con Apostilla dell’Aia e legalizzazione consolare per l’estero:

Un ulteriore passaggio che darà pieno valore legale all’estero ad ogni documento dopo l’asseverazione sarà la legalizzazione ovvero l’apostilla dell’Aja.

E’ lo stesso ufficio della Procura che certifica i documenti così. La certificazione ha due nomi diversi a seconda che il Paese di destinazione del documento abbia o meno firmato un accordo internazionale detto appunto ‘Convenzione dell’Aja’.

Se il paese di destinazione ha firmato la Convenzione dell’Aja, sarà timbrato con una scritta ‘APOSTILLA DELL’AJA e sarà pronto per andare nel paese di destinazione.

Se il paese di destinazione NON HA FIRMATO la Convenzione dell’Aja, sarà timbrato con la scritta LEGALIZZAZIONE e richiederà un ulteriore passaggio nel Consolato di quel Paese.

Ogni documento che sia firmato da un funzionario statale (del Comune, della Camera di Commercio eccetera) o da un notaio o da un Cancelliere del Tribunale, DOPO questo passaggi avrà PIENA validità all’estero.

Negli Uffici della Prefettura e della Procura di Roma è possibile legalizzare solo documenti firmati da funzionari di ogni tipo e da notai di Roma, Velletri e Civitavecchia.

Confusi? Mille giri?

QUALITALIA lavora dal 1999 in questo settore e svolgerà le vostre pratiche di legalizzazione per l’estero e di legalizzazione con Apostilla dell’Aia per voi, sollevandovi da ogni pensiero, legalizzando per voi nei Consolati stranieri a Roma ed in Procura e Prefettura.

Traduzioni

Per privati e società, legali, commerciali, tecniche, siti web…

Documenti per l’estero

Certificati di laurea, anagrafici, certificazioni professionali…

Interpretariato

In simultanea, consecutiva o chuchotage.

Congressistica

Materiali per congressi. Cabine interpreti, amplificazione…

Asseverazione, giuramento o traduzione legalizzata:

La traduzione di un qualsiasi documento (dal più piccolo certificato penale, agli atti più ufficiali di un’azienda) non ha valore legale fino a che non viene ASSEVERATA o GIURATA in Tribunale, diventando quindi una ‘traduzione ufficiale’.

Il passo successivo per rendere poi tale traduzione asseverata o giurata valida per l’estero è di fare applicare l’Apostilla o legalizzazione in Procura. Le indicazioni che troverete nelle richieste dei Paesi esteri – in particolare del mondo anglofono saranno quelle di presentare una ‘sworn translation’ o una ‘official translation’.

Con i propri periti traduttori Qualitalia giura in Tribunale per tutte le lingue europee e non, fra cui: inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese, rumeno, russo, arabo, cinese, coreano, giapponese, polacco, bulgaro, croato sloveno, slovacco, turco, ucraino ed ungherese.

Per le aziende Qualitalia giura:

Qualitalia per voi si occupa inoltre di ottenere:

Legalizzazione con Apostilla dell’Aia e legalizzazione consolare per l’estero:

Un ulteriore passaggio che darà pieno valore legale all’estero ad ogni documento dopo l’asseverazione sarà la legalizzazione ovvero l’apostilla dell’Aja.

E’ lo stesso ufficio della Procura che certifica i documenti così. La certificazione ha due nomi diversi a seconda che il Paese di destinazione del documento abbia o meno firmato un accordo internazionale detto appunto ‘Convenzione dell’Aja’.

Se il paese di destinazione ha firmato la Convenzione dell’Aja, sarà timbrato con una scritta ‘APOSTILLA DELL’AJA e sarà pronto per andare nel paese di destinazione.

Se il paese di destinazione NON HA FIRMATO la Convenzione dell’Aja, sarà timbrato con la scritta LEGALIZZAZIONE e richiederà un ulteriore passaggio nel Consolato di quel Paese.

Ogni documento che sia firmato da un funzionario statale (del Comune, della Camera di Commercio eccetera) o da un notaio o da un Cancelliere del Tribunale, DOPO questo passaggi avrà PIENA validità all’estero.

Negli Uffici della Prefettura e della Procura di Roma è possibile legalizzare solo documenti firmati da funzionari di ogni tipo e da notai di Roma, Velletri e Civitavecchia.

Confusi? Mille giri?

QUALITALIA lavora dal 1999 in questo settore e svolgerà le vostre pratiche di legalizzazione per l’estero e di legalizzazione con Apostilla dell’Aia per voi, sollevandovi da ogni pensiero, legalizzando per voi nei Consolati stranieri a Roma ed in Procura e Prefettura.

Traduzioni

Per privati e società, legali, commerciali, tecniche, siti web…

Documenti per l’estero

Certificati di laurea, anagrafici, certificazioni professionali…

Interpretariato

In simultanea, consecutiva o chuchotage.

Congressistica

Materiali per congressi. Cabine interpreti, amplificazione…